Eliogabito

Ao! Sono straiato al sole, sopra una sdraio, sulla luna e faccio il lunatico spaziale. Del resto quando mi sento al citofono con il mio amico di Terra, si inserisce sempre nella conversazione jeffri Mondo, che da mondo indonesia dice di vedermi sulla luna. Certo gli dico ci mancherebbe che non fossi un lunatico. Faccio sempre la battuta sono tornati gli Etruschi e i Piceni. Già tra lo spazio mondo e il cammino del mondo storico il tutto può riassumersi nella gravità relativa di qualche minuto. Pensiamo a Roma che si estente e si espande, all’abbandono del dominio e al sollazzo delle terme dei romani, ai barbari che razzolano sullo spazio di Roma. A Pietro e Paolo che giungono a Roma. A Costantino primo imperatore cristiano. All’Italia sempre de Roma mondo che accoglie Europa che è europa. A Cristoforo Colombo ch’è America a Marco Polo ch’è Cina a Leonardo da Vinci ch’è spazio e coscienza. Poi c’è il chip, Venezia Grecia, Africa Australia. Quindi Se Roma non è più mondo c’è terra, il mio amico di terra mentre prendo il sole sulla luna, se non c’è più roma e non c’è più europa e l’ITALIA è più grande dell’africa vuol dire che con la maga circe ci parlano i piceni o gli estruschi. Mi risponde un mongolo che mi ricorda che le capre ce l’anno portate loro al pascolo e per questo l’oro l’incenso e la mirra sono di mondo più della birra, che se Napoleone l’avesse bevuta l’avesse vinta prima de lu regne e de la saciccia. Passo e chiudo. Quando oltre la nazione è più di una moda.

Annunci