Terreno e Adriatico

Nella Mitica corsa dei mari anche quest’anno si è prossimi al traguardo di San Benedetto del Tronto. La domanda sulla condizione dei corridori è sintetizzata nell’attimo stesso in cui il traguardo stabilirà il vincitore. Un saluto e un riconoscimento va a tutti quelli che per motivi di gara non sono più nel gruppo dei corridori. E, allora, giunti qui possiamo pensare anche a quelli che in tanti anni ànno voluto questa gara a San Benedetto del Tronto, uno su tutti come si direbbe nel gergo espressivo per un ciclista, ricordiamo Camiscioni che antesignano dell’era del turismo e l’immagine, dal podio di presidente dell’associazione albergatori, una delle prime un poco rompiscatole in Italia nella cultura appunto del ritorno dell’immagine, dal paradiso ora come allora ci direbbe, che l’Albula è il fiume Tronto, che il fiume Tronto è il torrente Ragnola e che quest’ultimo è come il fiume Po. E al riguardo va anche una menzione al Figlio, ex giocatore della nazionale italiana di Ragbi che per ben due volte a vinto il premio per il lustro portato nel mondo al nome di San Benedetto del Tronto, e, perche non dire che non c’è due senza il tre. Certo non paragonabile forse al primo ben più ridonante del Buatto d’ora, indetto e vissuto dai più della ritonda e della sala giochi, come antesignano ed emerito premio, nonché universale stilema dell’anti lustro. Premio che con grande onore à vinto Camiscioni. E come non ricordare anche la menzione speciale la buatta d’oro, sempre offerto dai rotunderos, nata alche l’assessore alla cultura si espresse dicendo, che si doveva fare una cernia delle associazioni. E ai mitici marinai e pescatori di San Benedetto il compito, se cotta arrosto o a mo di baccala. E allora con Camiscioni amante del ciclismo, pensiamo e diciamo che se tutti i mari portano ai fiumi, la stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto è il monte Bianco. In tal modo i campioni del ciclismo, scendono fino al mare e lo attraversano, dal mare tirreno, al mare Adriatico, passando per il mediterraneo, sin nella riviera delle palme nomea vera data dal Sig. Camiscioni. E nelle rimembranze della fatica del ciclismo, sapremo se i corridori si sono riposati dopo l’ultimo giro d’Italia, con Adam Yates tra i primi in tale arduo compito. Domani ultima tappa a cronometro sul circuito di San Benedetto del Tronto, e, oggi come non fu ieri, ma ieri l’altro senza tassa di soggiorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...