criptico

che à pensarci sembra musicale. forse come se aspettasse e insieme accadesse. e il maestro che svolge una mansione o forse non c’è. chi si crede si sente quasi deficiente oppure fa il cannibale e si crede onnipotente. sembrano due superstizioni belle e buone. ma vattela a pesca, cercala così che tanto non si sa se si trova. allora se la superstizione delira, il superstizioso è sordo o forse invisibile. come di chiamo come di dico se tu capisci che stai a fare. Fa No. come a dire non in Fa, oppure fa n do diesis, oppure Fa no Diesis. tanto inverecondo è il mondo che sobbalza con una partitura, quasi un timbro per la censura. passa invisibile e a chi pensa, che ti pensa. certo forse è soltanto un bolero un poco stonato ma la musica segue l’immagine che fa. non te ne interessare tutti la vedono ma nessuno se ne accorge, ma ciò è in un altra parte. sembra un altro racconto ma chissà. l’amore non si placa, e il dilemma del ci si crede cerca di essere ma non riesce ad apparire. non possono esservi altre imitazioni di ciò che non si può d’esservi di imitabile. il pensiero e l’attesa sono certamente identici è il fa diesis che non sa ancora di esservi?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...