l’io e la metamorfosi e la condizione

io sono colui che è e poi Adamo. La condizione di Adamo è una condizione generale nella stessa condizione dell’essere umano? o Adamo è un individuo presso Dio. è una medesima condizione ma la contempo non appartiene a nessuno, come se ognuno ne avesse una dimensione in tutto il tempo e un tempo, ma per ciò sua come presso Dio. Ora come si sente una persona non soggiogata né dalla metamorfosi dell’Io né dalla condizione, in certo luogo come sapersi e sentirsi, vicini per se stesso con il luogo il tempo vicini a Dio unici e pertanto come individuo. Il momento è un momento sempre uguale ma diverso. La condizione del Primo come Adamo si perpetua come atto della natura nella natura, come limite e stasi anche se anch’essa molteplice di amore nell’amore. la condizione umana appare come una sorte, di usanze e ripetizioni che si rinnovano in ognuno, ma come vivere sempre come vita individuale. L’appartenenza e il dominio sull’appartenenza è un tempo marginale come la logica, come l’essere separati per organizzazione non spontanea, ma vincolato dal possesso e dal modo più che dall’atto con la vita e tra le vite. Ti parlo, credendo di essere, più di quel che sono mentre siamo o potremmo essere, se sono io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...