per sempre

Da qualche giorno è morto tra le mie braccia mio padre di 96 anni. Di morte naturale. Di lui non vi parlerò, ma vi racconto un suo modo. Se io dovessi contare le penne a sfera che mio padre à consumato non potrei farlo con il taccuino o un foglio. Oramai per il mondo, si ispirò la notte il giorno ed anche quando lavorò. Nell’immediato voglio scrivere due di quelli che ò. Non esplicano i tutti e i molti, ma li ò trovati con molto significato. Non pensò mai di fare soltanto letteratura.

la luce eterna è con il

tramonto del giorno a l’alba

del giorno che viene in vita

eterna in luce di vita eterna

in terra

\

in§

cielo§

cè voce§ cè Dilio§

di Porto d’Ascoli§

oggi il mio nome è Dilio Marozzi§

ieri ero Marozzi Dilio§ sono nato§

a Porto d’Ascoli§ nel comune§

di Monteprandone§ sono§

stato§

chiamato§

per due volte§

simile in Omero§

in Ulisse§ a Polifemo§

che ripete§

il suo nome§ per due volte§

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...